Compleanno di Tomas all’Istituto Italiano di Cultura Budapest

Il prossimo 3 marzo, in onore dell’84° compleanno di Tomas, verrà presentato presso il prestigioso Istituto Italiano di Cultura a Budapest il film ‘Giorno per giorno disperatamente’. La versione del film è in audio italiano e per la prima volta sottotitolata in inglese.
Per l’occasione sarà possibile acquistare in anteprima il libro ‘Giorno per giorno disperatamente – analisi di un film (in)dimenticato -‘ scritto da Manuela Coturri in collaborazione con Giorgio Navarro e Nocturno Cinema.
Serata a cura di Giuseppe Montagnese e Giorgio Navarro, gestori del sito www.tomasmilian.it.
Un grazie speciale va all’ Istituto Italiano di Cultura Budapest , in particolare al Direttore Gian Luca Borghese, a Giovanni Cataluccio e a Michele Sità per aver reso possibile questa serata ed inoltre alla Presidenza Titanus per aver autorizzato la proiezione.

Info e contatti:
www.facebook.com/events/1216187608477859/
info@tomasmilian.it

Share

82 anni: auguri Tomas!

Ahi ahi ahi
Che dolor che pena
Son nato da un grido di dolore
senza amore, tra lenzuola di seta
Bagnate di sudore amaro

Ahi ahi ahi
Non mi diedero pelle
Perché fossi ferito dal vento

Ahi ahi ahi
Portami con te
Allontanami dal buio dell’incoscienza
Proteggi me debole verme
Per un giorno strisciar via nell’armonia della luce
E non sentir più dolore
Ma gioia.

Tomas Milian 82 anni

Share

Tomas Milian al Detour

Venerdì 16 gennaio ore 21:00 al Cineclub Detour di Roma proietteremo due grandi interviste/documentari su Tomas Milian. Il primo ripercorre la carriera artistica del nostro amico cubano dai suoi esordi col cinema “intellettuale”, passando per il Western, fino alle ultime produzioni americane.

Intervista a Tomas Milian

Subito dopo invece il turno di The Cuban Hamlet – Storia di Tomas Milian (clicca qui per guardare il trailer) documentario del dicembre passato, diretto da Giuseppe Sansonna, il quale racconta il ritorno di Tomas all’Havana, lasciata nel 1956.
Mentre otteneva un insperato ingresso all’Actors studio, a Cuba esplodeva la Revolución castrista. Tomas decise allora di intraprendere la sua rivoluzione personale, vissuta sullo schermo. Diventò italiano d’adozione, oscillando tra Visconti e Bombolo, tra Antonioni e lo spaghetti western. 58 anni di assenza e finalmente Tomas torna a casa dove i fantasmi di un tempo non sembrano ancora essere svaniti del tutto. Vagando per l’Havana “alla ricerca dei passi perduti” si abbandona a un lungo, ipnotico racconto nel suo dolce tono ispanico, puntellato di gergalità americane e scivolamenti romaneschi. Confessandosi a uno sguardo amico, traccia bilanci, rimugina ricordi, tragedie fondative e amori perduti. E, infine, sembra svelare l’ultima maschera, quella più intima.

The Cuban Hamlet - Storia di Tomas Milian

Presenti in sala Giuseppe Sansonna che presenterà il suo lavoro, l’attrice Gabriella Giorgelli che con Tomas ha girato tre film cult La vita, a volte, è molto dura, vero Provvidenza? (1972); Il cinico, l’infame, il violento (1977); Delitto sull’autostrada (1982); e Giuseppe Montagnese gestore del sito www.tomasmilian.it
E dulcis in fundo Tomas in contatto telefonico da Miami!

Vi aspettiamo!!!!!!!!!

Gabriella Giorgelli ne Il cinico, l'infame, il violento

Info e contatti: info@tomasmilian.it
www.facebook.com/events/855166451170327/

Share

Roma: morto Giulio Questi, regista di “Se sei vivo spara”

E’ morto a Roma Giulio Questi, ne dà notizia all’ANSA l’amico Riccardo Rosati. Il regista e scrittore, 90 anni compiuti il 18 marzo scorso, era appena tornato da Torino dove aveva seguito il Torino Film Festival.
Giulio Questi ha firmato da regista tre soli film, il primo dei quali, Se sei vivo spara (1967), ha conquistato Quentin Tarantino che ne fa una citazione in Kill Bill 2. Gli altri due titoli che firma da regista sono La morte ha fatto l’uovo e Arcana. Prima di questo aveva partecipato negli anni Sessanta a film ad episodi con Giuliano Montaldo, Carlo Lizzani ed Elio Petri.

Riportiamo di seguito un’ intervista a Tomas Milian, protagonista di Se sei vivo spara, che ci racconta qualche aneddoto sul film!

Share

Tomas a “S’è fatta notte” Puntata 01-11-2014

Sabato 1 novembre è andata in onda su Rai 1 la nuova puntata di S’è fatta notte, programma di Maurizio Costanzo e Enrico Vaime.
In occasione dell’uscita della sua autobiografia, Tomas Milian ha ripercorso la sua vita professionale e privata e si è raccontato in una lunga e toccante intervista che, partendo dalla difficile infanzia a L’Avana approda in Italia dopo un fondamentale passaggio in America. E poi gli amici, i colleghi, gli eccessi, gli amori, i vizi, i difetti e i pregi. E su tutto il personaggio immortale der Monnezza.


Tomas a “S'è fatta notte” Puntata 01-11-2014… di tomasmilianofficial

Share

Tomas Milian a Verissimo – Puntata 01-11-2014

Sabato 1 novembre è andata in onda su Canale 5 la nuova puntata di Verissimo condotta da Silvia Toffanin (registrata il 16-10-2014). Tra gli ospiti in studio era presente il nostro Tomas che, alle domande di Jonathan, si è più volte commosso. Di seguito potrete vedere questa bella video intervista!


Tomas Milian a Verissimo – Puntata 1-11-2014 di tomasmilianofficial

Share

Tomas Milian al Festival di Roma – Masterclass

Si è da poco conclusa la Masterclass con Tomas Milian diretta da Manlio Gomarasca e da Giona Nazzaro. Prima del suo arrivo, però, è stato proiettato un filmato che ha ripercorso l’intensa carriera cinematografica dai suoi primi film con Bolognini, Giannetti e Visconti, passando poi per Fulci e Lenzi, fino ad arrivare ai suoi ultimi lavori con Soderbergh, Frankenheimer e Llosa.

null

Appena entrato il cubano de Roma è stato accolto da una standing ovation di un pubblico caloroso al quale non è riuscito, per più di una volta, a trattenere le lacrime. Ha incominciato a raccontare di quando da Cuba, dove conduceva una vita agiata, è partito per New York per realizzare il suo sogno di diventare attore fino al suo desiderio di fare un nuovo film del Monnezza.
A questo proposito ha presentato al pubblico presente il suo “figlio adottivo” Mathias che prenderà il suo posto: “Ho deciso di fare un altro film del Monnezza però questa volta con il mio figlio adottivo che spero abbia il mio stesso successo e sia amato come lo sono stato io, e spero faccia tanta strada perché è giovane. Ve lo presento: Mathias, vieni?”
Al termine della Masterclass, Milian ha ringraziato ulteriormente il pubblico romano mandandogli baci e lasciandosi ad un “Vi amo, cazzo”.

Share